PILLOLA nr.30

FRAGOLE

Oggi è una bella giornata di maggio. Chiamo un’amica, e le propongo una passeggiata nel parco. é una bella giornata di primavera inoltrata, il cielo è azzurro, i prati sono verdi, e c’è una brezza leggera che fa sopportare meglio il sole, già caldo.
Lei inizia a parlarmi di qualche noia con i vicini, poi delle malattie, delle speranze di vita. Le speranze di vita di un uomo e le speranze di vita di una donna. Lei dice che non è più come prima, e devo darle anche ragione, le statistiche si basano su donne e uomini, che oggi hanno ottanta, novant’anni. Con licenza di un gesto scaramantico convenzionale, ne mancano almeno quaranta per noi, e allora come sarà? Oggi sempre più donne fumano, bevono, l’aria è inquinata, il cibo è avvelenato, lo stress, il buco dell’ozono. Ed era parecchio, che non sentivo il buco dell’ozono. Cosa avrà fatto in tutti questi anni il buco dell’ozono?
é un pomeriggio bellissimo, di maggio, quando senti la natura viva, e pensi che non ci sia niente di meglio, che fare una bella passeggiata distensiva nel parco. E intendo con distensiva  il Camminare leggeri, ascoltare  il cinguettio degli uccelli, lo sciamare delle api sui fiori di acacia, sentire i raggi del sole sulla pelle, quando la vita era più facile, e si potevano mangiare anche le fragole “.
é già troppo caldo.
Forse è meglio andare la mattina.

” Vasco Rossi, Sally

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...