PILLOLA nr.36

Buttered cat paradox

di John Frazee

Credevo che anche oggi fosse trascorsa una giornata inutile, quando ho sentito a Radio 24 il paradosso del gatto imburrato. Provo a descriverlo. Si parte dall’assioma che il gatto cade sempre in piedi, e questo è facilmente verificabile da chiunque abbia un gatto, e dall’altro assioma che la fetta imburrata cade sempre dalla parte del burro, e anche questo è facilmente verificabile, in ambiente domestico, con una prova empirica poco dispendiosa. Ebbene, a questo punto, applicando una fetta imburrata sulla schiena del gatto, facendo attenzione ad applicarla dalla parte non imburrata ovviamente, si può verificare l’esempio più concreto del moto perpetuo. Basterà far precipitare i soggetti come descritti, e il gatto cercherà di atterrare con le zampe, la fetta cercherà di atterrare parallelamente al suolo. Si potrà quindi assistere al continuo movimento rotatorio dei soggetti interessati, che entrambi cercheranno di obbedire ai propri assiomi, realizzando un esempio perfetto di movimento rotatorio continuo uniforme, a pochi centimetri dalla crosta terrestre, in presenza di gravità.
Per chi non fosse soddisfatto della descrizione e volesse saperne di più, sulla solita wikipedia al seguente indirizzo:
http://it.wikipedia.org/wiki/Paradosso_del_gatto_imburrato

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...