PILLOLA nr.57

WALTER BONATTI

Lungo la traversata vedo biancheggiare qualcosa che sta appeso a uno dei pochi chiodi già infissi. È una targhetta ciondolante, in smalto bianco, asportata chissà da quale trenino, e chissà da chi poi appesa spiritosamente quassù.
«È pericoloso sporgersi!» vi leggo divertito ad alta voce.
Ironia vuole che in questo momento mi trovi totalmente appeso allo stesso chiodo della targhetta, con i piedi puntati contro la roccia liscia e con il corpo proteso in fuori al massimo, sospeso su un vuoto rientrante di circa duecentocinquanta metri. Non poteva esserci luogo più appropriato per un simile scherzo.

Pareti Nord di Lavaredo, invernali (1953)
Walter Bonatti, I miei ricordi, Scalate al limite del possibile, 2008 Baldini Castoldi Dalai editore S.p.A. – Milano

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...