PILLOLA nr.65

LASTRE
in sincronicità con la prima giornata di ritorno del campionato di serie A, Lazio-Milan 3-1
Non è invidiabile questo mestiere di gente che ti dice di accomodarsi nello studio, prima qualche battuta, come andiamo, che disastro quest’anno il Milan eccetera, ha passato delle buone vacanze eccetera eccetera, mi faccia un po’ vedere, e poi, in un silenzio improvviso e teso s’infila le mezze lenti, fa scivolare la lastra sul bianco del visore (mentre slitta via in obliquo sulle rotelle della poltroncina girevole), e all’improvviso, lì, sullo schermo di latte, al centro di una macchia che dovrebbe essere lo stomaco, o nel cono zebrato di un polmone, o dentro i tubi delle ossa, trasparenti come fantasmi, vede apparire qualcosa, vede una cosa, e questa cosa che non si dovrebbe vedere e invece lui vede significa che la persona seduta dall’altra parte della scrivania – uomo

o donna, giovane o vecchio, simpatico e intelligente e religioso e bugiardo, allegro oppure triste o qualsiasi altra cosa buona e cattiva si possa dire di lui e qualsiasi cosa costui sia o sia stato nel bene e nel male – deve morire.

Edoardo Albinati, Vita e morte di un ingegnere, MONDADORI 2012

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...