PILLOLA nr.175

CHELSEA HOTEL

“”… più tardi entrai con nonchalance nell’El Quixote
in cerca di Harry e Peggy. Era un bar-ristorante adiacente all’hotel,
comunicava con l’atrio grazie a una porta interna, e questo ci dava
l’impressione che fosse il nostro bar, come in effetti era stato nei decenni
precedenti. Dylan Thomas, Terry Southern, Eugene O’Neill e Thomas Wolfe erano
tra quelli che lì avevano alzato un bicchiere di troppo. Indossavo un lungo
abito blu di rayon a pois bianchi e un cappello di paglia, il mio completo da La
valle dell’Eden. Al tavolo alla mia sinistra Janis Joplin teneva banco con la
sua band. Più lontano, sulla destra, c’erano Grace Slick e i Jefferson Airplane,
assieme ai componenti dei Country Joe and the Fish. All’ultimo tavolo di
fronte alla porta c’era Jimi Hendrix, il capo chino, mangiava col cappello in
testa dirimpetto a una bionda. I musicisti erano dappertutto, sedevano
attorno a tavoli stracarichi di gamberetti e salsa verde, paella, caraffe di
sangría e bottiglie di tequila. Restai là in piedi, affascinata, senza tuttavia
sentirmi un’intrusa. Il Chelsea era la mia casa e TEI Quixote il mio bar…””

Patty Smith, Just kids, Feltrinelli 2010

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...