PILLLOLA nr.193

RAZIONE K

“”… I primi nemici nella quotidiana battaglia per la sopravvivenza sono comunque il caldo, la polvere e i disagi. Dentro il perimetro di argilla dei fortini di Apache North e Apache South solo poche decine di marines possono permettersi un tetto. Molte delle loro brandine sono allineate all’aperto sotto intrecci di reti mimetiche e teli che regalano una precaria impressione d’ombra. Le bottiglie d’acqua accatastate al sole sono così calde da poterci sciogliere il caffè solubile o un dado da brodo. Le altre, quelle destinate al consumo immediato, arrivano da una stanza all’ombra dove comunque non si va mai sotto i 38 gradi. A pranzo e a cena la massima fantasia è la scelta tra i diversi tipi di Mre (Meal Ready to Eat, cibo pronto da mangiare, N.d.A.), le razioni da campo che offrono una selezione di 24 pasti diversi custoditi in un pacco beige di circa 350 grammi. Per i marines sono meals rejected by everyone, cibo rifiutato da chiunque o meah rejected by Ethiopians, pranzo respinto dagli etiopi. C’è da capirli…””

Gian Micalessin – Fausto Biloslavo, Afghanistan ultima trincea, 2009

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...